Sistemi professionali anche in casa: è possibile?

Sistemi professionali anche in casa: è possibile?

Riprendiamo dopo i mesi estivi la pubblicazione di articoli sul nostro blog e vogliamo (meglio, vorrei, suona meno “pomposo”) farlo parlando di qualcosa accaduto oggi. Quante volte mi vengono poste domande a proposito dei nostri prodotti (e, di conseguenza, ci viene chiesto un servizio), sul loro utilizzo, non soltanto in ambito professionale, ma domestico. Tutte le volte rispondo che nulla vieta che vengano utilizzati anche in casa, dalle massaie o casalinghe che dir si voglia, anzi! Si tratta di prodotti sicuramente più efficaci rispetto a quelli pubblicizzati anche in TV e venduti sugli scaffali dei supermercati, con concentrazioni di attivo minimo 3 volte superiori; quindi, se da un lato il prezzo è più elevato, lo sono resa e durata, oltre a rendere meno faticoso il lavoro; senza dimenticare poi, che il rivenditore come Mediall, deve dotare il cliente di scheda tecnica e di sicurezza: quanti in casa sono al corrente di cosa si debba fare in caso di incidente con un prodotto chimico? Tornando ad oggi, mi è stata chiesta quotazione di una lavasciuga pavimenti di dimensioni compatte, che dovrebbe essere adoperata in una villa. Fatte tutte le premesse del caso, ossia che si tratta di macchinario professionale, in grado però di soddisfare qualsiasi esigenza del cliente in termini di resa e risultato, l’obiezione è stata quella prevedibile: “Costa troppo!” Ecco il punto: se un rivenditore autorizzato (che offre quindi servizio di assistenza post vendita, ricambi ecc.) propone un prodotto professionale ad un privato, ad un prezzo inferiore a quel famoso prodotto venduto porta a porta, questo costa troppo… Poi pensiamo a quanto costi quel prodotto vendutissimo, storico, ottimo per aspirare la polvere di casa, affidabile ecc.. Ebbene, perché il fantastico (non lo dico in senso ironico) e storico prodotto, si possa avvicinare solamente a quanto fa una lavasciuga professionale, occorre dotarlo di optional a pagamento, ma non si sentono obiezioni a proposito del fatto che costi troppo. Resto comunque tuttora convinto che si possa arrivare ad utilizzare prodotti ed attrezzature professionali, per le implicazioni anche ambientali che la cosa ha: tutte le novità che si trovano in commercio al dettaglio, sono frutto di ricerca per scopo professionale; in termini economici poi, ossia di rapporto costi/benefici di alcune scelte, chi meglio di un professionista può dare una risposta?

Share this post